Archivi categoria: Tipi di Chesterfield

I vari tipi di divano Chesterfield, le poltrone, i pouf, i letti

Divano Chesterfield turchese: uno splendido colore

Il divano Chesterfield turchese può essere senz’altro una bellissima idea per abbellire i propri ambienti: questo colore infatti è molto ricco di fascino, si rivela brioso e luminoso ed è decisamente inconsueto per mobili di questo tipo.

In passato abbiamo presentato dei divani Chesterfield con tonalità di colore simili a questa, come ad esempio il modello di color azzurro, ma il turchese ha un’estetica molto particolare, rivelandosi più acceso e più vivace.

Un mobile come questo può senz’altro recitare un ruolo da protagonista nell’Interior Design in cui viene sfoggiato; un Chesterfield come questo riesce ad abbinare in modo impeccabile l’inconfondibile bellezza tradizionale di questo divano britannico con una colorazione decisamente moderna.

Divano Chesterfield Turchese
Divano Chesterfield Turchese

Grazie a questa caratteristica il divano Chesterfield turchese può essere sfoggiato con successo nei contesti più disparati: si può scegliere ad esempio di prevederlo nel tipico soggiorno Vintage, magari per conferire un tocco di brio a un ambiente altrimenti eccessivamente serio, oppure si può collocarlo in un Interior Design dall’animo moderno.

Sempre più spesso i divani Chesterfield dai colori accesi vengono scelti per arredare contesti contemporanei, e il loro colpo d’occhio è sempre magnifico; il divano Chesterfield turchese può essere una scelta più che azzeccata per chi ha un’esigenza di questo tipo.

In foto si può ammirare un bellissimo esempio di divano Chesterfield turchese: il colore è il suo tratto distintivo principale, su questo non ci sono dubbi, allo stesso tempo non passano inosservati due dettagli molto intriganti, ovvero il piedino tornito di colore nero, differente rispetto al tradizionale piedino color legno, e i bottoni della capitonné di tipo Swarowski.

L’impatto visivo che questo mobile sa offrire è davvero eccezionale: il color turchese impreziosito dalle tipiche ondulazioni della lavorazione capitonné e da tutte le rifiniture di questo mobile dal fascino senza tempo sa rivelarsi un vero gioiello.

Divano Chesterfield modificato: che cos’è?

Nel vasto e variegato mondo dei divani Chesterfield può capitare di imbattersi nella denominazione “divano Chesterfield modificato”, ma a che cosa fa riferimento? Cosa si intende quando si parla di un mobile con caratteristiche simili?

L’aggettivo modificato in realtà non è perfettamente pertinente: questi mobili infatti non sono “modificati”, dunque non sono perfezionati  tramite degli interventi successivi rispetto alla produzione dell’elemento d’arredo, tuttavia questa parola rende bene l’idea lasciando intuire come questi divani presentino delle peculiarità piuttosto diverse rispetto a quelle dei divani Chester più tradizionali.

Il divano Chesterfield è un vero e proprio simbolo di tradizione, di conseguenza si tratta di un elemento d’arredo assai rigoroso dal punto di vista della struttura e del design, tuttavia può assolutamente capitare di scovare dei divani Chesterfield molto particolari nel loro aspetto.

Se ci si chiede cosa si intende quando si parla di divano Chesterfield modificato, dunque, non esiste una risposta univoca: questi mobili sono chiamati in questo modo laddove presentino delle peculiarità palesemente differenti rispetto a quelle del divano Chesterfield per antonomasia pur conservandone i tratti distintivi, dunque il rivestimento in pelle, la capitonné, le rifiniture artigianali.

Divano Chesterfield "modificato"
Divano Chesterfield “modificato”

Gli esempi di divano Chesterfield modificato possono dunque essere tantissimi, e tra questi rientra a pieno titolo il modello che si può apprezzare in foto, ovvero un divano Chesterfield senza braccioli e dallo schienale decisamente particolare.

Un divano Chesterfield senza braccioli rappresenta una creazione assolutamente unica, e il modello in questione, oltre a tale caratteristica propone uno schienale dall’aspetto suggestivo, messo in risalto proprio dall’assenza dei due elementi laterali.

Il divano Chesterfield modificato è sostanzialmente un divano Chesterfield personalizzato, e se si è interessati a un mobile di questo tipo è senza dubbio un buon consiglio quello di affidarsi a un’azienda artigiana.

Non è affatto facile individuare dei divani modificati tra le proposte “standard” di un punto vendita, anche per questo motivo è ampiamente preferibile rivolgersi direttamente al produttore: in questo modo, peraltro, sarà possibile avere totale “carta bianca” nella progettazione del proprio Chesterfield “modificato”.

Divano Chesterfield con le tazze: un’insolita variante del “Chester”

Nel vasto mondo dei mobili Chesterfield può accadere di sentir parlare di divano Chesterfield con le tazze: un nome simpatico, particolare, il quale tuttavia riesce a descrivere in modo assolutamente appropriato le peculiarità di questo elemento d’arredo dallo stile classico.

Il nome di questo divano Chesterfield è dovuto al fatto che presenta, in corrispondenza dei suoi braccioli laterali, due insoliti elementi la cui forma ricorda da vicino quella tipica delle “tazze”.

Il divano Chesterfield con tazze ha dunque in questo dettaglio la sua prerogativa principale, allo stesso tempo è perfettamente coerente con lo stile che contraddistingue i Chesterfield per antonomasia.

La capitonné è eseguita magistralmente su tutto lo schienale e sui braccioli, proprio come da tradizione, la seduta è liscia, la base è bottonata, anche i piedini sono perfettamente in linea con l’idea più classica di divano Chester.

Divano Chesterfield con tazze
Divano Chesterfield con tazze

Vi è anche un’altra “chicca” che contraddistingue di norma il divano Chesterfield con tazze, ovvero le bullette metalliche rivestite in pelle le quali impreziosiscono la base e la parte frontale dei braccioli.

Il divano Chesterfield con tazze è dunque un divano Chesterfield a tutti gli effetti il quale rispetta in modo rigoroso la tradizione, allo stesso tempo si contraddistingue appunto per quest’insolita particolarità che gli dona un gradevole tocco di personalità e di brio.

Proprio come il divano Chesterfield tradizionale, anche il divano Chesterfield con tazze può presentare le peculiarità più differenti, sia a livello di stile che di dimensioni e tonalità di colore.

Per apprezzare al massimo questo mobile così interessante è un consiglio prezioso quello di osservarlo lateralmente: il suo “profilo” rende ancor più nitide le tazze che contraddistinguono i suoi braccioli.

Poltrona Chesterfield con tazza: che cos’è?

Che cos’è la poltrona Chesterfield con tazza? Il nome di questo mobile è davvero buffo e può suonare decisamente insolito, tuttavia nel vasto e variegato mondo dei mobili Chesterfield questo modello esiste per davvero, cerchiamo dunque di capire di cosa si tratta.

La poltrona Chesterfield con tazza deve questo suo nome a un dettaglio particolare e intrigante, ovvero a due protuberanze situate in corrispondenza dei braccioli le quali ricordano nitidamente, appunto, la forma di una tazza.

Questo particolare mobile è denominato anche poltrona Chesterfield Mug, un nome per nulla casuale, dal momento che mug è un termine inglese che identifica appunto il classico “tazzone”.

Questo dettaglio non passa inosservato, anzi balza all’occhio già al primo sguardo: queste tazze conferiscono alla poltrona un piacevole tocco di originalità e di brio, senza tuttavia snaturarne l’estetica e senza renderla meno elegante, meno classica.

Poltrona Chesterfield Mug
Poltrona Chesterfield Mug

Ovviamente in questa poltrona non possono mancare tutte le peculiarità più tipiche delle poltrone Chesterfield, a cominciare dall’immancabile capitonné, l’autentico “simbolo” di questo mobile, fino alle rifiniture più piccole, come possono essere ad esempio quelle realizzate in corrispondenza dei braccioli.

La scelta di una poltrona come questa può essere perfetta per chi ha un debole per i mobili Chesterfield e per l’arredo Retrò in generale, ma desidera allo stesso tempo un tocco di personalità.

Nel mobile in foto la “tazza” è impreziosita da una serie di bullette metalliche rivestite in pelle, un dettaglio ricco di fascino che riesce ad accentuare in modo molto efficace l’estetica classica del mobile.

Come si può facilmente immaginare, può essere senz’altro una splendida idea quella di abbinare a una poltrona Chesterfield con tazza un divano Chesterfield Mug, dunque un divano che potrebbe essere definito con il medesimo appellativo proprio per la presenza dei due “tazzoni” laterali.

 

Poltrona Chesterfield presidenziale: che cos’è?

Che cosa si intende quando si parla di poltrona Chesterfield presidenziale? Può assolutamente capitare di imbattersi in questa denominazione quando si parla di poltrone classiche, cerchiamo dunque di capire quali sono i tratti distintivi di elementi d’arredo di questo tipo.

Il termine “presidenziale” lascia immaginare un mobile elegante, maestoso, prestigioso, ed effettivamente sono proprio queste le caratteristiche estetiche di modelli di questo genere.

La poltrona Chesterfield presidenziale è un mobile dalla struttura massiccia e nella grande maggioranza dei casi si tratta di una poltrona direzionale, ovvero della classica poltrona da ufficio dotata di 5 ruote alla sua base e in grado di ruotare a 360° gradi sul suo asse.

La poltrona Chesterfield presidenziale per eccellenza presenta uno schienale molto alto, in linea con lo stile di un ambiente di grande lusso, e vanta una robusta struttura in legno; parallelamente allo schienale di dimensioni importanti vi è anche un’altra caratteristica che connota questo mobile, ovvero i braccioli laterali dal design tipicamente classico.

Dal momento che questa poltrona presidenziale può pregiarsi dell’appellativo di poltrona Chesterfield non possono mancare i tratti distintivi più tipici di questi mobili inglesi dal fascino senza tempo, in primis il rivestimento in pelle (o in ecopelle), e la capitonné.

Una poltrona Chesterfield presidenziale
Una poltrona Chesterfield presidenziale

La capitonné è il vero elemento imprescindibile nei mobili Chesterfield, e nelle poltrone Chesterfield presidenziali è realizzata a regola d’arte su tutto lo schienale; la seduta invece, di norma, è completamente liscia.

Anche altri piccoli dettagli ricorrono piuttosto frequentemente tra queste poltrone così ricche di fascino, ad esempio le bullette metalliche, le quali  evidenziano i bordi delle imbottiture e accentuano l’aspetto classico del mobile, oppure dei particolari elementi arcuati posizionati ai lati dello schienale i quali rendono a struttura della poltrona ancor più avvolgente e confortevole.

La Poltrona Chesterfield presidenziale è dunque un mobile perfetto per arredare un ambiente contraddistinto da grande lusso ed eleganza, come può essere appunto un ufficio prestigioso, o anche uno studio a livello domestico.

L’ideale è associare una poltrona di questo tipo ad una scrivania, preferibilmente a una scrivania di dimensioni importanti dall’analogo stile, allo stesso modo anche da sola questa poltrona sa recitare un ruolo da autentica protagonista.