Divani Mug: i divani Chesterfield con un tocco di originalità

Il divano Chesterfield Mug è un mobile molto interessante a livello stilistico, una versione moderna ed accattivante che rivisita il divano Chesterfield più tradizionale.

Questo particolare modello si rivela perfetto per i soggiorni classici, proprio come il Chesterfield tradizionale, ma allo stesso tempo è quantomai indicato anche per i salotti dal design più particolare, anche con delle chiare tendenze moderne.

Che cosa contraddistingue i divani Mug? Quali sono le differenze con i divani Chesterfield più classici?

La prima peculiarità che spicca osservando i divani Mug, non ci sono dubbi, è sicuramente l’insolita “tazza” posta sulla parte frontale del mobile, esattamente al di sotto del bracciolo.

Queste due vistose sporgenze contribuiscono non poco a rendere lo stile del mobile piuttosto differente rispetto a quello del Chesterfield più tradizionale, tuttavia non sono certo l’unica peculiarità del Chesterfield Mug.divano chester bracciolo modificato

Il divano “Mug”, infatti, presenta sulla seduta dei cuscini piuttosto sottili, molto meno spessi rispetto a quelli del Chesterfield classico, la capitonnè è eseguita a regola d’arte, con la differenza che sui braccioli questo abbellimento termina con delle particolari pieghe decorative.

Anche i piedi del divano Mug differiscono dal Chesterfield, essendo piuttosto alti e di conseguenza anche più vistosi: anche per questo particolare, il divano Chester Mug presenta delle forme più lineari e più moderne rispetto al suo “fratello maggiore”.

Questo bellissimo divano, inoltre, può essere arricchito e personalizzato con numerosi diversi particolari, dunque ad esempio con dei bottoni Swarowski sulla capitonnè, oppure con delle reti interne di tipo elettrosaldato.

Un mobile davvero molto accattivante e destinato a non passare affatto inosservato: la qualità e la classe tipica del divano Chesterfield, nel divano Mug, si uniscono alla modernità ed alla grande originalità.

 

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *