Un particolare del divano Chesterfield: le pieghe del bracciolo

Il divano Chesterfield, il divano più antico del mondo, deve il suo grande successo non solo alla grande qualità dei materiali, ma anche ad una cura artigianale davvero minuziosa di ogni più piccolo particolare.

Sicuramente a rendere inconfondibile e raffinato questo mobile vi sono delle caratteristiche piuttosto evidenti, come ad esempio la lavorazione capitonnè che riveste l’intera superficie, ma la cura dei dettagli non è certamente meno importante.

Un particolare a cui prestano molta attenzione i cultori del divano Chester, così come tutti gli appassionati di arredamento classico, è certamente rappresentato dalle pieghe frontali del bracciolo.

Il bracciolo è una parte molto importante del divano Chesterfield, non fosse altro per la sua grande voluminosità, ed il modo con cui è realizzato influisce notevolmente sul design del mobile nella sua interezza.

Alcuni modelli di divano Chesterfield, soprattutto quelli di dimensioni piuttosto importanti, come ad esempio il divano Chesterfield Large, presentano infatti sulla parte frontale del bracciolo una piacevole lavorazione della pelle con cui è realizzato il rivestimento.

La pelle, in questi casi, presenta una serie di piccole pieghe realizzate a regola d’arte che ricoprono l’intera parte del mobile, offrendo così un risultato estetico di primo livello.

In particolare, queste piccole pieghe mettono notevolmente in risalto la classica rotondità della facciata del bracciolo, la quale ricorda molto da vicino il celebre stile rococò francese.

Questa lavorazione, in alcuni casi, viene riproposta dagli artigiani anche sulla base del divano Chesterfield, oppure in altri piccoli particolari del mobile che non sfuggono affatto agli osservatori più attenti.

Un interessante esempio di divano Chesterfield con bracciolo abbellito da piccole pieghe: un mobile con tutte le peculiarità tipiche di questo modello, il cui stile è ulteriormente impreziosito da questa chicca che non passa affatto inosservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *