Poltrona Chesterfield a orecchioni: che cos’è?

Nel vasto e variegato mondo dei mobili Chesterfield può capitare di sentir parlare di poltrona Chesterfield a orecchioni: che cosa si intende quando si parla di questo mobile?

Il termine “a orecchioni” ben identifica la particolare conformazione che contraddistingue questa poltrona: questo modello, infatti, presenta un assetto assai particolare, leggermente differente rispetto alla poltrona Chesterfield più tipica.

Quali sono, quindi, le peculiarità della poltrona Chesterfield a orecchioni?

C’è anzitutto da dire che questo modello presenta uno schienale alto e leggermente inclinato, uno schienale molto avvolgente che assicura davvero una grande comodità a chi si accomoda; ai lati dello schienale vi sono appunto gli “orecchioni”, due elementi che non passano inosservati e che sono strutturalmente uniti ai braccioli, marcatamente classici nel loro design.

Poltrona "a orecchioni" in tessuto grigio
Poltrona “a orecchioni” in tessuto grigio

Il cuscino della seduta è comodo e spesso, mentre i piedini di sostegno, realizzati in legno, hanno uno stile decisamente Vintage.

Non può mancare, ovviamente, la peculiarità in assoluto più tipica dei mobili Chesterfield, ovvero la lavorazione capitonnè, la quale è finemente eseguita su tutto lo schienale; la seduta, come tipico dei divani Chesterfield più classici, è invece liscia.

Il modello presente in foto è davvero un bellissimo esempio di poltrona Chesterfield a orecchioni, e si tratta esattamente della poltrona Regina.

La struttura di questo mobile è quella più tipica delle poltrone Chesterfield a orecchioni, e per realizzare i rivestimenti è stato impiegato un materiale tanto insolito quanto intrigante, ovvero del tessuto grigio che presenta molte sfumature di colore.

Dettaglio dello schienale con orecchioni
Dettaglio dello schienale con orecchioni

Anche il colore chiaro dei piedini in legno non passa inosservato, e ricrea un piacevole contrasto accostato al grigio della fodera.

Al di là delle caratteristiche cromatiche di questo modello, le quali possono essere personalizzate a piacimento, questa poltrona rappresenta davvero un fedelissimo esempio di quella che si usa chiamare, in gergo, poltrona Chesterfield a orecchioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *