Poltrona Porters Chesterfield: che cos’è?

In pochi avranno sentito parlare di poltrona Porters Chesterfield: di cosa si tratta esattamente? Quali sono le caratteristiche di questo mobile?

La “Porters” è una poltrona molto diversa dalla classica poltrona Chesterfield; non si tratta di un elemento d’arredo comune, anzi, si può certamente affermare che è pressochè impossibile trovare nei negozi di arredo una poltrona di questa tipologia.

La poltrona Porters Chesterfield è un vero e proprio pezzo da collezione, un elemento d’arredo dal grande valore storico e decisamente molto raro, che non può che affascinare tutti i cultori del divano Chesterfield ed in generale dell’arredamento classico.

Ed allora, con queste interessanti premesse, quali sono le caratteristiche della poltrona Porters?

Questa particolarissima poltrona ha una struttura molto insolita: i braccioli ed il cuscino su cui ci si accomoda sono come quelli della comune poltrona Chesterfield, mentre lo schienale è altissimo, e supera di gran lunga perfino la testa di chi utilizza il mobile, per chiudersi in altezza con una grande cupola.

La forma è decisamente particolare, non c’è che dire, veniamo ora ai materiali.

La poltrona Porters è rivestita in pelle in ogni sua componente, dalla base fino alla chiusura superiore, ed ovviamente non può mancare la caratteristica tipica del divano Chesterfield, ovvero la lavorazione capitonneè, eseguita tramite l’applicazione di numerosi bottoni in maniera equidistante.

La capitonneè ricopre interamente lo schienale, il cuscino ed i braccioli; di norma solo la base del mobile e la cupola superiore presentano una superficie liscia.

Questo elemento d’arredo così suggestivo era, un tempo, prerogativa dei grandi saloni delle famiglie più altolocate, e non era raro trovare poltrone di questo tipo nelle sfarzose abitazioni del Regno Unito.

Oggi, come detto, una poltrona di questo tipo è rarissima ed è un vero e proprio pezzo da collezione, destinato inevitabilmente a recitare un ruolo da protagonista nell’arredo del soggiorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *